Chi siamo
 

Il Regolamento REACH stabilisce che i 27 Stati Membri dell’Unione Europea devono assicurare che venga intrapresa un’appropriata attività di vigilanza al fine di verificare la completa attuazione delle previsioni del Regolamento da parte di tutti gli attori della catena di distribuzione: produzione, importazione, uso, distribuzione e immissione sul mercato delle sostanze, prese in quanto tali o contenute nelle miscele o negli articoli. Pertanto ogni singolo Stato Membro della Comunità Europea provvede all’istituzione di un’Autorità Competente che coordini, mediante la realizzazione di una rete nazionale, le attività di controllo e vigilanza. Tale autorità è stata individuata nel Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali (L. 6/04/2007 n. 64), ora Ministero della Salute.

Sulla base del Decreto Ministero della Salute del 22/11/2007 e dell’Accordo Stato-Regioni – Province Autonome del 29/10/2009,  la Regione Veneto,  mediante la D.G.R. n. 523 del 2 Marzo 2010, ha individuatola Direzione Regionale Prevenzione come Autorità Competente Regionale per il coordinamento delle attività previste dal Regolamento REACH, ed è pertanto questa struttura che attualmente sta operando per rendere operativa l’applicazione  del Regolamento.

Per quanto attiene l’attività di vigilanza nel corso dell’anno 2011, secondo quanto previsto dal Piano Nazionale dei Controlli sulla applicazione del regolamento REACH, l’Autorità Competente Regionale ha predisposto l’effettuazione di controlli in aziende produttrici di vernici, idropitture e detersivi.

Al fine di definire le aziende in cui intervenire, dapprima si è proceduto all’individuazione delle imprese che operavano nei settori interessati; sono cosi state individuate 52 ditte, a cui è stato inviato un questionario da compilare. Successivamente le informazioni così raccolte sono state  esaminate  e  sono state scelte 7 aziende in cui  effettuare  gli accessi ispettivi. Nel corso di questi controlli sono stati verificati a campione alcuni prodotti di cui è stata controllata:

  •  la etichettatura
  •  la scheda di sicurezza
  •  la comunicazione dei rischi ai propri lavoratori
  •  la comunicazione dei rischi ai clienti
  •  le  modalità di conservazione delle informazioni
    (che deve essere garantita  per 10 anni )
  •  le misure di controllo e di mitigazione del rischio per i lavoratori  addetti alla produzione

Per quanto concerne l’anno 2012 si prevede di effettuare ulteriori controlli in altre aziende degli stessi  settori produttivi.

Oltre all’attività di verifica,la Regione del Veneto sta realizzando un progetto di formazione, rivolta al personale delle Aziende U.L.S.S. e  dell’ A.R.P.A.V.  , al fine di  creare un gruppo di operatori competenti ad effettuare le attività istituzionali previste da questi Regolamenti europei.

Inoltre si è dato avvio ad una opera di assistenza rivolta alle aziende interessate alla applicazione di queste norme, attività  di cui si può prendere visione nella Deliberazione della Giunta Regionale  n. 3461  del 30 dicembre 2010, reperibile nella sezione Normativa / Delibere di giunta regionale .